Paste sintetiche: cosa sono

Le paste sintetiche, come Cernit e Fimo (sono due marche molto diffuse, ma è possibile trovarne delle altre) sono materiali derivati dal petrolio (polimeri),malleabili al tatto, che non induriscono all’aria ma solo attraverso la cottura, che di solito si realizza nel comune forno di casa. Sono vendute in panetti di tantissimi colori Dietro a ogni panetto ci sono le indicazioni precise sulla cottura, che varia dai 130° ai 110° gradi ma che non deve mai superare i 30 minuti. Oltre questo tempo infatti queste paste, oltre a “modificare” la loro composizione e a rovinarsi in modo irreversibile (bolle, annerimento, crepe) possono emettere sostanze pericolose. Se si seguono attentamente le istruzioni tuttavia non si corre alcun rischio, quindi si tratta solo di avere un po’ di attenzione.

In commercio esistono tre tipi differenti di Fimo:

  Fimo Classic
l’originale, spesso un po’ troppo duro da modellare

  Fimo Soft
la nuova versione più morbida e più facile da sagomare

 Fimo Effect
categoria in cui vengono inclusi tutti quei panetti che riproducono particolari effetti speciali, caratteristiche utili per molte creazioni, che si possono a loro volta raggruppare in quattro categorie diverse, ognuna delle quali presenta gradazioni e colorazioni differenti, ovvero Stoned (effetto pietra/marmo), Transparent (trasparente), Glitter (con brillantini al suo interno), Metallic (che dona una maggiore lucentezza alle opere) e Nightglow colour (fosforescente)

Per iniziare a modellare il Fimo serve tanta pazienza iniziale, poiché, appena aperto un panetto e presa la quantità che dovrà servire, per riuscire a renderlo morbido per l’utilizzo andrà manipolato ben bene. Azione che dovrà essere eseguita anche con il Fimo Soft che, sebbene sia più morbido, deve essere ben lavorato. Il bello è che non c’è limite alla creatività.

Essendo una pasta termoindurente, una volta finita la lavorazione dovrete cuocere il vostro capolavoro per fissarne la forma in maniera definitiva. Il Fimo si cuoce in forno (possibilmente ventilato, poiché mantiene una temperatura costante) a 110 gradi per 30 minuti circa. Successivamente bisogna lasciarlo raffreddare nel forno spento: per la buona riuscita delle creazioni è, infatti, bene non estrarle dal forno caldo, altrimenti risultano molle e si possono ripiegare su loro stesse.

Se capita però di cuocere oggetti molto piccoli, trenta minuti sono troppi: è meglio cuocerli per meno tempo, altrimenti rischiano di bruciare. Una volte raffreddate, le opere in Fimo vanno sempre spennellate con una vernice protettiva trasparente lucida o opaca. E’ possibile colorare il Fimo, oltre all’opzione di comprare panetti di gradazioni differenti ci sono tre metodi.

Due colori differenti si possono mescolare per formarne un altro, unendo, ad esempio, giallo e blu otterremo il verde e si possono unire panetti differenti (soft, classic o effect). Ovviamente bisogna impastare bene i due colori ed avere un po’ di pazienza nel farlo, dato che la pasta è un po’ dura.

Sempre da crudo è poossibile impastarlo insieme a colori in polvere, addirittura con pigmenti o ombretti per occhi.

Una volta cotto, invece, si può tingerlo utilizzando colori acrilici, prima, e vernice protettiva, dopo. In alternativa potete utilizzare tempere (che però possono risultare difficili da stendere) o colori ad olio (questi presentano l’inconveniente di asciugare in una tempistica lunga).

Per disegnare piccoli particolari, come i tratti del viso, si può utilizzare un pennarello indelebile (dopo aver steso la vernice protettiva), anche se con il tempo sbiadirà un po’: ma è l’unica alternativa se non si riesce a dipingerli a mano!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: