Come ammorbidire il fimo

Spesso apro panetti di fimo già duri che si sbriciolano tagliandoli e che si ammorbidiscono con difficoltà. Intanto, perchè il fimo si indurisce? Per vecchiaia, sicuramente. Immagino anche per il freddo, visto che il calore (quello umanamente sopportabile intendo, non da forno) tende ad ammorbidirlo, di conseguenza il freddo ha l’effetto opposto. E’ però con i panetti effect che ho notato sempre la stessa durezza e difficoltà di lavorazione.

Ad ogni modo, quel panetto è lì, dispettosamente secco. Che fare? Se c’è da lavorare una piccola quantità di fimo, spezzettarlo e ricompattarlo più volte, magari stendendolo con un pennarello, ricompattarlo ancora, è la soluzione più economica. Ma se ad essere necessaria è una quantità piuttosto importante di pasta, rischiamo di perdere anche mezz’ora prima di avere un composto lavorabile. Ho cercato in rete e in parte provato diverse soluzioni. Una di queste è usare un macina caffè o un tritatutto, magari aggiungendo 1 goccia, ma che sia una, di olio. In tal caso, ricordate di usare un macinino con la vaschetta in metallo, non in plastica, visto che con alcuni tipi di questo materiale il fimo reagisce.

Un’alternativa sicuramente economica è esporre il fimo ad una fonte di calore, come può essere un radiatore, un camino, o una pentola d’acqua calda (purchè non bollente), avvolto in un po’ di pellicola trasparente.

Infine, esiste in commercio un prodotto della Staedtler chiamato Mix Quick, venduto in panetti da 100gr, a circa 4.00 euro. Si tratta di un composto trasparente che aggiunto al fimo (soft o classic) ne ammorbidisce la consistenza. Come il fimo tradizionale, si solidifica in forno a 110-130°, e generalmente non bisogna superare una quantità di mixquick tale da superare la metà del fimo da ammorbidire, ma riferirsi alla proporzione di 1 a 5 (1 parte di mixquick per 5 di fimo). Non abusatene se non volete avere pasta troppo morbida o comunque dal colore schiarito.

About these ads

1 commento (+aggiungi il tuo?)

  1. Glinda
    set 13, 2013 @ 13:30:44

    In fact, one of many torrent sites listed, may be the one using
    the highest growth rate in 2009. One strategy that’s being used in some places is to throttle or temporarily slowdown people who find themselves using torrents.
    Muscle mass is activated by stimulating muscle protein synthesis
    for more than an hour, as well as a faster rate of protein degradation.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 29 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: